Fireball

Continueremo a cambiare perché in questa vita uno deve fare quello che gli pare; la nostra mente e la nostra fantasia devono essere libere di volare e poi di volare ancora. Quasi tutti pensano che per essere un buon osservatore uno debba per forza “soffrire”. Credo non sia così. A me osservare piace soprattutto come suono. Quando osservo certe giocate provo un autentico senso di felicità.E’ come guardare dentro un’emozione che sveglia i miei sogni.“Attraversò con la mente di corsa il campo, mentre lui si muoveva e da quel momento tutto si svolse al rallentatore. Nell’aria c’era un rumore sommesso che non era quello del traffico. Si sentiva più che mai a suo agio lontano dalle luci della grande ribalta, dove nessuno si aspettava desse spettacolo in scena. Guarda come corrono. Si affacciò alla finestra e osservò lo spettacolo. Attenzione, risuonò la voce dello speaker: il signor Tikrit è atteso con urgenza sulla punta dell’ala destra. Si diresse li mentre il campo si apriva davanti come il Mar Rosso davanti a Mosè”. Lo scout non è mai fuori servizio. E’ l’uomo da nessuna parte, onnipresente, seppur anonimo membro della tribù nascosta del calcio. Può essere emarginato “professionalmente” ma possiede il potere dei sogni. Non molla mai. Senza non ci sarebbe troppo tempo per rimuginare su offese, ingiustizie, frustrazioni, magari soltanto immaginate. Nelle giornate migliori vengono sublimate dal piacere brivido di giocate affascinanti e potenti. Il suo controllo è intimo, in un ambiente altamente individuale, ed è lì quando il seme del talento comincia a germogliare. E’ in gran forma, gli occhi verdi vispi e rocciosi, i folti capelli intorno alla testa calva, fulge il sorriso alternato alle sue tipiche pause austere. Ogni tanto fa bene essere più cauti e timidi come le lumache, e riscoprire la lentezza. Viaggiare a lungo soprattutto il fine settimana costituisce una curiosa esperienza. E quando le luci dei talenti si accendono ed emettono quel suono inconfondibile,che raramente non si riconosce,devi essere sempre pronto a diventare,indipendentemente dal tuo stato fisico ed emotivo il diabolico supereroe da vedere in azione, ottenendo qualvolta anche un effetto equivalente a quello di un mattone ricevuto in pieno viso, ma sempre preparato ad affrontare e a sdrammatizzare gli alti e i bassi inevitabili.Essere ricordato è uno dei benefici accessori importanti, il premio per il tipo di vita che si deve condurre e per i brividi indiretti che si regalano ai talentuosi. Sicuramente vedere i propri ragazzi credere in quello che fai è la gratificazione più grande.Bisogna instaurare un rapporto di fiducia con loro. Il fine è il “goal”, ma il mezzo va condiviso magari con un avvertimento preventivo. La sua ricerca della felicità passa attraverso la ricerca della semplicità, o comunque della maniera più diretta per raggiungerla. Uno spettacolo pirotecnico salutò il gran finale in cui apparvero, fiammeggianti nel cielo blu come l’occhio di una bambina due simboli alti circa una dozzina di metri. La nuova avventura si sarebbe chiamata fireball. Libertà è amare ciò che facciamo…

CESIDIO COLANTONIO