Tutti gli uomini del deficiente…

Tutti gli uomini del deficiente, è una parodia del celeberrimo film, “Tutti gli uomini del Presidente” nel quale si racconta la storia dello scandalo Water Gate che portò alle dimissioni dell’allora Presidente USA, Nixon.

Nella parodia sopra menzionata, il compianto Arnoldo Foà, interpretava il ruolo di un improbabile Presidente di una società che produceva video games, che stufo e desideroso di godersi la vecchiaia, voleva lasciare la sua florida attività ad uno degli altrettanti improbabili concorrenti, i quali dovevano portare rigorosamente il suo nome, e batterlo nell’ultima serie del suo fortunato “Dottor Leon Star”. Un film molto divertente, con la Giallappa’s band a fare da voce fuori campo, e con l’apprezzabile pellicola interpretata da attori come Hendel, Gerini – vincitrice finale della sfida – e come il superbo comico Crozza, ancora non all’apice della sua carriera, ma in grandissima forma nel film. E il trio, Aldo, Giovanni e Giacomo.

Di deficienti, ahimè, il Mondo è pieno, ma se la loro deficienza fosse inoffensiva, come quella del Presidente del simpatico film, ce ne faremmo tutti una ragione. Purtroppo il loro scarso intelletto viene usato per scopi, che, solo all’apparenza appaiono munifici, ma che in realtà celano realtà perverse, contorte e piene di traffici loschi.

Essi riescono ad ottenere il consenso sociale grazie al loro bigottismo ostentato e alla loro finta voglia di fare beneficienza, che spesso trincera reconditi secondi fini. Diverse, inoltre, sono le società sportive che traggono profitto dalla loro attività, che in realtà servono solo a riciclare proventi della malavita, come dimostrato da diverse inchieste, con la connivenza di allenatori spregiudicati, rigettati da tutte la società per il loro modo di fare violento, non solo inteso in senso verbale. Ecco che si instaura un meccanismo pericoloso, che in tempi difficili e di crisi, può sfociare verso conseguenze imprevedibili e pericolose per la collettività. Al riguardo ho condotto un’inchiesta, che ancora rendo nota dal momento che devo acquisire ancora alcuni elementi. Continuate a seguirmi e ne sentirete delle belle.