Tiki-Taka Academy: è già un successone! La palestra di Calcio a 360° spopola in Abruzzo.

La Tiki-Taka Academy, cuore, voglia di fare e “divertimento serio”.
Sono queste le 3 carte intavolate il 25 aprile da Eddy Farias, noto esponente del calcio nostrano e promotore dell’Academy che ha dato il via alle attività nel giorno dell’anniversario della Liberazione d’Italia. Carte a cui forse va aggiunta una quarta, il successo.
Successo che è stato riscontrato fin da subito.
La Tiki-Taka Academy non è altro che una palestra di Calcio a 360°, per calciatori giovani e meno giovani che fanno di questo sport il loro sogno, la loro passione. Contrariamente a come si potrebbe pensare, questa realtà è una scuola calcio diversa da quella tradizionale, in primis perché non iscritta alla Figc, senza dunque finalità agonistiche, in secundis, ma non per importanza,  vanno messe le collaborazioni con le società, con le famiglie e con i membri stessi, che nel periodo estivo vogliono proseguire l’attività tecnico-motoria ed in inverno arricchire il lavoro del club con un paio di allenamenti incentrati esclusivamente sulla tecnica e sul miglioramento individuale.
“Divertimento, professionalità, crescita” spunta sul primo post Facebook rilasciato dai promotori della scuola calcio. La Tiki-Taka Academy nasce dunque come Palestra di Calcio sul territorio regionale, incentrata in principal modo a migliorare la propria tecnica individuale, fermarsi a perfezionare quelle carenze psico-tattiche che si hanno. Aperta dal lunedì al sabato mattina, sono 26 i ragazzi nati dal 2002 al 2013 che stabilmente prendono parte agli allenamenti tramite metodologie lavorative che ci ha spiegato lo stesso Edmondo Farias, intervenuto ai nostri microfoni: “
I metodi di lavoro sono innanzitutto basati sull’individualità e la specificità delle esercitazioni. Un istruttore per massimo 3 calciatori. Lavori di un’ora e 15 circa basati sulla sensibilità, sulla coordinazione, sulle basi tecniche quali lo stop, il controllo, il tiro, il passaggio e l’utilizzo di tutti e 2 i piedi. Cosa fondamentale nel calcio moderno“.
Sulle ambizioni dell’Accademia: “26 sono i ragazzi che stabilmente frequentano il campo. Non facciamo iscrizioni né tantomeno pacchetti particolari. Puntiamo sulla soddisfazione dei ragazzi e delle famiglie, sul loro “divertirsi seriamente”, per riprendere una frase del grande Julio Velasco. Perché credo che alla base del divertimento ci sia il miglioramento”.

Info sull’Accademy: “La nostra Accademia è aperta sempre, domenica esclusa. Le lezioni si prenotano di volta in volta in mini gruppi composti per età e grado di perfezionamento. Alla base di tutto c’è il rapporto umano, che resta la cosa più importante”.

Da dove è nata l’idea: “L’idea mi è venuta al primo anno da allenatore degli allievi del Francavilla. Vedevo ragazzi molto validi, ma quando alleni 25 persone non puoi curare i dettagli di tutti. Devi pensare al gruppo, alla tattica, alla testa, al fisico, sia per il tempo a disposizione, sia per la disponibilità dei campi. Credo che questa scuola nasca da lì, dall’idea di voler migliorare nello specifico le capacità e le carenze individuali di tutti. Il che poi porta benefici all’atleta, alla squadra con cui gioca e alla società per cui gioca”.

La chicca finale è quella relativa al primo camp “Play Summer Week” organizzato dallo stesso Farias e legato alla Tiki-Taka Academy, che si disputerà dal 24 al 28 giugno, dal 1 al 5, dall’8 al 12 e dal 15 al 19 luglio 2019. Sono previste iscrizioni – il numero è limitato – ed il programma prevede attività dalle 8:30 di mattina fino alle 17, con due allenamenti giornalieri ed un team di Professionisti pronto a dare il massimo per la causa. Ovviamente le attività del camp si sovrapporranno a quelle della scuola calcio che continuerà con i propri allenamenti.
Di seguito la locandina dell’evento con tutte le informazioni del caso


Federico Ermanno Di Fabio