la Polizia di Stato individua ed esegue un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di una coppia di rapinatori

Gli uomini della Squadra Mobile di Pescara hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di I.G..,37enne pluripregiudicato e della sua complice R.C., 30enne, entrambi domiciliati a Pescara. Gli stessi, nel pomeriggio dello scorso 6 febbraio, si rendevano responsabili del reato di rapina ai danni del cliente di un compro oro cittadino. Agli agenti intervenuti, la vittima riferiva di essersi recato presso quell’esercizio commerciale per vendere un monile di sua proprietà, ma una volta uscito veniva rapinato da una coppia con la quale si era intrattenuto prima di entrare.

Il rapinatore lo bloccava simulando il possesso di un’arma nascosta nella tasca, mentre la ragazza gli sottraeva dal portafogli una somma di denaro e si allontanavano.

La visione delle immagini del circuito di videosorveglianza del compro oro consentiva al personale della Squadra Volante di risalire all’identità dei rapinatori che, nelle successive individuazioni fotografiche presso gli Uffici della Squadra Mobile, venivano riconosciuti quali responsabili dell’atto illecito.

Alla luce degli elementi raccolti, l’Ufficio del G.I.P. ha disposto con ordinanza l’applicazione nei confronti di I. G. della misura cautelare della custodia in carcere e nei riguardi della R. C. della misura cautelare dell’obbligo di dimora in Pescara peril reato di concorso in rapina aggravata.