Pescara – Perugia 2 – 1: Oddo vede la C insieme al Perugia

Al termine di una gara double face, il Pescara coglie un importantissimo successo in chiave salvezza, regolando per 2 – 1 un Perugia che ha retto solo un tempo, e che, complice la scelte iniziali di Oddo, leggasi il bomber Iemmello e Melchiorri non schierati, può guardare con ottimismo al ritorno in Umbria previsto il prossimo 14 agosto. Al grifone servirà una vittoria con almeno due reti di scarto per evitare di sprofondare in serie C, un successo di misura regalerebbe, invece, la coda dei tempi supplementari e degli eventuali calci di rigore. Qualsiasi altro risultato renderebbe salvo il Pescara.

Primo tempo dove entrambe le squadre non sembrano volere mettere il piede sull’acceleratore, ma con il Perugia, più per i demeriti del Pescara che per i suoi meriti sembra trovare la giusta distanza nei reparti. Le cose sembrano mettersi per il meglio quando al 39′ un cross di Felzerano trova il tap in vincente di Kouan, che manda in estasi i tifosi biancorossi. La prima frazione si chiude con il vantaggio di misura degli ospiti che senza strafare cominciano ad assaporare una vittoria dell’inestimabile valore.

Nella seconda frazione il Grifo sembra avere le unghie per nulla affilate ed Oddo non pensa minimamente di togliere dal campo Gyomber, negativa la sua prestazione, il quale nel primo tempo, tra l’altro, forse aveva anche commesso un fallo da rigore non ravvisato dal VAR, e Falcinelli, la cui prestazione è stata ai limiti della decenza.

Il Pescara prende coraggio e ne approfitta, tanto che al 58′ trova la rete del meritato pari: cross di Masciangelo per la testa di Galano che non perdona 1 – 1, e tutto da rifare. Il Perugia non reagisce, sembra essere un pugile suonato, e i cambi sembrano essere tardivi e dettati dal caso più che dalle circostanze. Ecco che allora Falcinelli finisce di compiere l’opera relativa alla sua pessima prestazione, quando al 68′ commette un ingenuo quanto inutile fallo di mano. Questa volta la VAR non salva il Perugia e Maniero dal dischetto fa 2 – 1. Ora ci sono 4 giorni per cercare di risollevare la situazione in casa Perugia con il match di ritorno al “Curi” in programma il 14 agosto. Oddo riuscirà, ammesso che l’abbia mai avuta, a tenere la situazione in mano e a salvare dal baratro il povero Grifone? Lo sapremo venerdì sera.

PESCARA – PERUGIA 2-1   PESCARA: Fiorillo, Campagnaro, Scognamiglio, Memushaj, Pucciarelli (86′ Borrelli), Galano (86′ Bettella), Maniero (82′ Bocic), Palmiero (72′ Busellato), Zappa, Kastanos (82′ Crecco), Masciangelo. A disp.: Alastra, Del Grosso, Bruno, Elizalde, Clemenza, Pavone, Melegoni. All. Sottil   PERUGIA: Vicario, Rosi, Carraro, Sgarbi (72′ Nzita), Mazzocchi, Falcinelli (72′ Melchiorri), Falzerano (63′ Buonaiuto), Falasco (85′ Dragomir), Kouan, Capone (63′ Nicolussi Caviglia), Gyomber. A disp.: Fulignati, Albertoni, Iemmello, Konate, Righetti. All. Oddo   ARBITRO: Livio Marinelli della sezione di Tivoli (Christian Rossi della sezione di La Spezia e Edoardo Raspollini della sezione di Livorno)   RETI: 40′ Kouan, 58′ Galano, 68′ (rig.) Maniero   NOTE: Ammoniti Gyomber, Mazzocchi, Busellato