Sebastiani che fa lascia o raddoppia?

Lascia o raddoppia era una delle tante fortunate trasmissioni del Re del quiz, il compianto Mike Bongiorno, dove il concorrente, alla fine della trasmissione e del gioco, doveva decidere se accontentarsi del gruzzoletto fino ad allora accumulato, abbandonando la contesa, o, se tentare la sorte per raddoppiare la vincita, con il rischio però di perdere tutto in caso di insuccesso. Il fortunato gioco a premi ispirò anche un film, dove lo stesso indimenticabile Mike, aveva come ospite nella trasmissione Totò, nel film “Totò, lascia o raddoppia?”.

Dopo essere riuscito per il rotto della cuffia a salvare il Pescara e se stesso da una disastroso retrocessione che avrebbe avuto delle conseguenze catastrofiche, il ragionier Sebastiani, secondo i soliti bene informati, sempre molto vicini alle vicende societarie e non solo in ambito informativo, sarebbe pronto a cedere almeno  una parte delle quote societarie, anche se bisogna dire che il presidente più fortunato della storia della Pescara calcio smentisce tale ipotesi. Almeno fino ad oggi.

Secondo alcuni colleghi, ci sarebbe in pole per rilevare la società addirittura un tycoon nativo di Pescara, attualmente residente nel Principato di Monaco dove ha anche acquisito la cittadinanza del Principato più esclusivo al mondo.  Il personaggio in questione è addirittura sul podio che comprende gli uomini più ricchi d’Italia. Ci si chiede cosa realmente potrebbe spingere un così facoltoso imprenditore a rilevare le quote della Pescara calcio. Amore per la propria terra natìa? Addirittura ci sarebbe anche una cordata di non ben noti imprenditori romani interessata alla società abruzzese, che si sommano alle varie presunte cordate provenienti da ogni parte del globo, che in passato erano state accostate alla società biancazzurra, ma che naturalmente, nel momento topico, si sono stranamente e misteriosamente dileguate.

Allora  pare lecito chiedersi se Sebastiani, il quale aspetta il ritorno del suo figliol prodigo Massimo Oddo, che per un soffio non ha spedito il suo Pescara in Lega Pro, insieme a Iemmello, il peggior in assoluto nella sfida di ritorno al “Curi” che costò la B al Grifo, voglia veramente lasciare, oppure raddoppiare, continuando la sua politica mercantile volta ad ottenere guadagni, dopo avere avuto la possibilità, per grazia ricevuta, di disputare un altro campionato di serie B anche l’anno prossimo, che non può non fare gola alla voglia di guadagno di chi è oramai padre padrone del Pescara da oltre 10 anni. Arrivati a questo punto la domanda è lecita: Sebastiani che fa lascia o raddoppia?