Controlli della Polfer in 3 regioni

1775 identificati, 3 persone denunciate a piede libero, 208 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie, 96 treni scortati, 23 pattuglie automontate, 2 minori rintracciati. Questo il bilancio dell’attività del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo nella settimana appena trascorsa.

Nella Stazione di Pescara C.le, il personale della Sottosezione PolFer ha denunciato un giovane italiano ubriaco che disturbava i viaggiatori presenti nell’atrio biglietteria. Il giovane, oltre allo stato di alterazione alcoolica, non era sprovvisto della prevista mascherina ed invitato ad indossarla ha assunto un atteggiamento ostile e violento nei confronti degli agenti nel frattempo intervenuti. L’uomo, pertanto, oltre alla denuncia per il reato contestato è stato anche sanzionato amministrativamente per l’ubriachezza e l’inosservanza alle misure anti Covid-19. 

La PolFer di Ancona ha soccorso due bambine di 6 e 9 anni rimaste sole sul secondo marciapiede della stazione ferroviaria di Ancona C.le poiché la mamma, che era intenta ad aiutare i nonni a sistemare i bagagli su di un treno diretto a Taranto, non è riuscita a scendere prima che questo ripartisse. Le bambine sono state notate dalla pattuglia in servizio in stazione che le ha raggiunte e messe in sicurezza in attesa dell’arrivo del papà, nel frattempo avvisato.


Sempre la PolFer di Ancona, su segnalazione dei Carabinieri di Alba Adriatica, ha rintracciato due minori che si erano arbitrariamente allontanate da casa il giorno prima per raggiungere in treno la città di Milano. Le giovani, che hanno passato una notte fuori casa, fortunatamente stavano bene e sono state affidate ai genitori che le hanno raggiunte.