Covid, Pietrucci (Pd): “ ASL1 vicina al collasso “. Precisazioni della Asl di Pescara .

Nell’articolo , in data odierna, di  ACRA  dal titolo“Covid, Pietrucci (Pd): “ ASL1 vicina al collasso il consigliere Pietrucci fa riferimento alla Asl di Pescara dichiarando che:

il Covid Hospital di Pescara non può accogliere i pazienti della RSA Don Orione perché privo di personale sanitario e infermieri”;

– di essere una megastruttura incapace di funzionare ….

A tal proposito si chiarisce che la Asl di Pescara si è sempre fatta totalmente carico delle “ richieste appropriate  “di trasferimenti di pazienti presso le sue strutture .

 Riprendendo il comunicato stampa del 6 ottobre 2020 dal titolo “Riordino della rete ospedaliera Asl di Pescara in emergenza Covid-19 .Precisazioni “ consultabile nella sezione Comunicati Stampa della Home page del sito Asl , si ribadisce quanto segue.

Le potenzialità di assistenza a pazienti Covid-19 offerte dal nuovo padiglione raggiungono un numero di posti letto pari a 174 unità. Se l’auspicio è quello di non vedere di nuovo l’ingresso di un numero di pazienti così elevato per infezione da Coronavirus, di fatto il padiglione è attivo e pronto a dare le risposte necessarie in caso di riacutizzazione della pandemia.

Il personale disponibile per la gestione dei pazienti Covid viene organizzato per moduli, in considerazione della effettiva presenza di pazienti positivi.

Il reclutamento di personale dedicato ai percorsi Covid è notevole e debitamente rendicontato periodicamente presso il Dipartimento Sanità della Regione Abruzzo. Si tratta di personale dislocato tra i percorsi emergenziali ed i percorsi del Covid-Hospital.

Ulteriori risorse in fase di reclutamento, per i quali gli atti risultano adottati o in corso di adozione, interessano 45 infermieri, 15 operatori socio sanitario, 13 medici laureati, 3 medici specializzati e 2 medici specializzandi, per far fronte alla domanda eventualmente crescente. Gli avvisi per reclutamento di personale risultano attivi e pubblicati sul sito aziendale in modalità continua. Per la somministrazione lavoro risultano attivi avvisi su tutti i social nazionali per le necessità Covid dell’ASL Pescara.

È inoltre in fase di sottoscrizione una convenzione con l’ASL Lanciano Vasto Chieti, per la messa a disposizione di nr. 3 posti letto in terapia intensiva Covid-19, a fronte di invio in missione di 6 unità di personale presso l’ASL Pescara.

Per quanto riferito si rigetta fermamente la definizione “ diuna megastruttura incapace di funzionare” altamente offensiva  di tutto il generoso impegno profuso da tanti operatori .