Prestigioso incarico per il dr Marco Gabini

In  occasione del 57° Congresso Nazionale della Società Italiana di Reumatologia (SIR) , svoltosi dal 25 al 28 novembre 2020 , che ha visto un grosso successo di partecipazione, nonostante la modalità ibrida, si sono tenute le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali.

Tra i Consiglieri Nazionali eletti, il Dr. Marco Gabini, Direttore della Unità Operativa Complessa (UOC) di Reumatologia dell’Ospedale Civile di Pescara con Valenza Regionale, è stato proclamato, con voto unanime , Segretario Generale della Società Scientifica.

Egli diventa quindi Componente dell’Ufficio di Direzione della Società Italiana di Reumatologia  e manterrà l’incarico per i prossimi 2 anni. Oltre che un successo per il professionista, questo ruolo costituisce un vanto per la ASL di Pescara e per il suo Direttore Generale dott.Vincenzo Ciamponiche , proprio nello scorso mese, ha pubblicato un bando di Concorso a tempo indeterminato per la selezione di altri Dirigenti Medici di Reumatologia da affidare alla UOC, per costruire la “ReteReumatologica”, strumento organizzativo indispensabile per implementare l’assistenza al paziente.

Con la “Rete Reumatologica” si tende a sviluppare il concetto di medicina di prossimità  che sempre di più sta prendendo piede nel riassetto del Sistema Sanitario Nazionale.

Il Dr. Gabini ha già strutturato, con il contributo fattivo del Servizio Sistemi  Informatici e Telecomunicazioni della Asl di Pescara , il sistema operativo di gestione informatica delle prestazioni, che consente al paziente in carico assistenziale di semplificare tutte le procedure burocratiche delle prestazioni .

Ciò consente di avvalersi della Telemedicina per seguire da remoto alcune tipologie di pazienti , con  un sistema operativo già sviluppato da SIR e avviato in altri 40 centri in Italia.

Tutto questo grande lavoro svolto ha quindi trovato unanime apprezzamento per efficienza e modernità .

La nomina di spicco del Dr. Marco Gabini sta a significare ,dunque , un importante  riconoscimento per l’attività svolta e uno stimolo a mantenere questa direzione operativa intrapresa , finalizzata all’ammodernamento culturale e gestionale locale e regionale .