MORENA COLAIOCCO CANDIDATA A RESPONSABILE DEL CALCIO A 5 ABRUZZESE

Il rinnovo delle cariche del Comitato Regionale abruzzese della Lega Nazionale Dilettanti è ormai alle porte.

Dopo tanti anni, per tutte le società del territorio si presenta un’opportunità unica, quella cioè di dar vita finalmente ad un contraddittorio tra parti concorrenti che possa avere il suo naturale, logico e giusto epilogo all’esito dei risultati dell’urna elettorale.

Per questo motivo, con grande entusiasmo, Morena Colaiocco ha raccolto l’invito del candidato presidente Pasquale Rodomonti che l’ha voluta al suo fianco nell’encomiabile tentativo di fornire un sostanziale rinnovamento nella guida del movimento calcistico abruzzese, con particolare attenzione per il tanto amato Calcio a 5.

Il recente passato di Morena Colaiocco come dirigente di società prima e poi quale componente attiva dello staff che per anni ha gestito il movimento del Futsal regionale, attraverso la stretta collaborazione con i precedenti delegati nell’organizzazione e la realizzazione delle molteplici attività che caratterizzano il movimento del Calcio a 5, le ha permesso nel tempo di conoscere molto da vicino quali siano le problematiche e le criticità che caratterizzano il Calcio a 5 abruzzese, sia dal punto di vista federale che da quello societario.

Queste saranno alcune tra le linee guida che caratterizzeranno gli aspetti programmatici di Morena Colaiocco per il prossimo quadriennio, da intendersi le stesse come canovaccio e punto di partenza di un percorso da condividere con tutte le società del territorio, senza distinzione alcuna, con l’ambizioso obiettivo di rendere il movimento del Calcio a 5 abruzzese il fiore all’occhiello della nostra regione.

  • Coinvolgimento attivo e costante delle società nelle decisioni relative all’organizzazione di campionati, competizioni ed eventi;
  • Sostegno effettivo alle società nell’individuazione e l’ottenimento di impianti idonei allo svolgimento delle attività, attraverso il consolidamento di rapporti di conoscenza e collaborazione con i proprietari o gestori degli impianti stessi, pubblici o privati;
  • Creazione di un rapporto diretto con le delegazioni zonali attraverso la continua reperibilità di un “responsabile” delegato per l’attività del Calcio a 5, nonché la realizzazione di uno “sportello unico – filo diretto” di assistenza (in riferimento a materia fiscale, regolamenti, tesseramenti, responsabilità in merito all’utilizzo degli impianti sportivi ecc.) presso gli uffici centrali e le delegazioni;
  • Rivisitazione del meccanismo, ad oggi essenzialmente “punitivo”, atto a favorire l’incremento dell’attività giovanile e scolastica del Calcio a 5, attraverso incentivazioni e reali agevolazioni per le società che diano vita a movimenti effettivi,  da individuarsi non solo mediante la partecipazione ai campionati di settore giovanile e scolastico, ma anche con l’organizzazione di attività giovanili specifiche per la diffusione e l’avviamento dei giovani atleti alla Nostra disciplina;
  • Riconsiderazione dei format dei vari campionati, in ossequio ad una maggiore gestibilità degli stessi, per un conseguente contenimento dei costi, nonché uno snellimento nella gestione delle attività da parte delle società, con particolare attenzione alle difficoltà di ogni tipo derivanti dalle conseguenze dell’attuale momento storico;
  • Possibilità di forniture dedicate, finalizzate all’ottenimento di sensibili agevolazioni nell’individuazione e nell’acquisto, attraverso partner già individuati, di materiale tecnico specifico;
  • Redazione di un comunicato ufficiale “esclusivo” per ogni disciplina e quindi anche per il calcio a 5.

Morena Colaiocco ribadisce la ferma convinzione che questa il Calcio a 5 abruzzese potrà continuare ad entusiasmare ancor più di sempre solo mediante la possibilità di un reale contraddittorio prima e la realizzazione dei punti di sopra enunciati poi, attraverso un percorso che debba partire dall’inevitabile quanto dovuta equiparazione, come importanza, considerazione ed attenzione, del movimento del Calcio a 5 tra quelli gestiti dal Comitato Regionale.

L’Addetto Stampa

Piero Vittoria