Annuncia al “112” una falsa rapina, denunciato dai Carabinieri di Pescara per procurato allarme

Nel corso delle prime luci dell’alba odierna un interlocutore di sesso maschile, mediante una chiamata anonima al “112”, ha annunciato che 2 persone, di cui di una ne ha fornito anche nome e cognome, armate di 3 pistole, sarebbero in procinto di perpetrare una rapina ai danni di un ufficio postale cittadino corrente in questo centro e, senza aggiungere altro, ha chiuso il telefono.

Le immediate e speditive indagini condotte dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara hanno permesso di rintracciare l’autore della chiamata: un pescarese che, messo alle strette dagli investigatori, ha confessato di aver inventato la storia della rapina nel tentativo di mettere nei guai la persona segnalata quale rapinatore poiché tra di loro sussiste una forte acredine riconducibile a motivi privati, essendosi recentemente contesi la relazione sentimentale con la stessa donna.

Per cui al termine di tutti gli accertamenti del caso, i Carabinieri della Sezione Operativa del N.O.R. hanno deferito in stato di libertà l’uomo per procurato allarme.

Continuano inoltre i massicci servizi straordinari di controllo del territorio disimpegnati in questo centro cittadino e negli altri Comuni ricadenti nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri cittadina (quali Spoltore, Cappelle sul Tavo, Cepagatti e Pianella) volti a verificare il rispetto delle vigenti normative anti Covid-19. Nel Corso di anzidetti servizi i Carabinieri delle locali Stazioni, supportati dalla Sezione Radiomobile del citato N.O.R., dall’inizio delle festività natalizie hanno sottoposto a controllo oltre 400 persone ed elevato numerose sanzioni proprio per le violazioni del vigente D.P.C.M., nonché sospeso 2 attività commerciali, l’ultima delle quali un negozio ubicato nel comune di Pescara il cui titolare non aveva esposto all’ingresso il cartello indicante il numero massimo di persone concesse all’interno dei luoghi pubblici, con sospensione dell’attività per giorni 5.

Nel corso altresì di un mirato servizio di controllo a soggetti sottoposti a misure con obblighi, nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Spoltore hanno deferito in stato di libertà un soggetto che, in atto sottoposto agli arresti domiciliari, non è stato trovato in casa nel corso del predetto controllo, procedendo nell’occasione anche a confiscare 2 autovetture a 2 pregiudicati del luogo poiché sorpresi alla guida dei mezzi senza copertura assicurativa.

Infine, nel corso della notte, gli uomini delle Gazzelle del Nucleo Operativo e Radiomobile sono altresì intervenuti in questa via Lungofiume dei Poeti a seguito della caduta di un grosso pino sulla strada. Fortunatamente non si rilevano danni a cose e/o persone e mentre i Carabinieri hanno subito provveduto a mettere in sicurezza l’area interessata ed a regolarne la viabilità stradale, i VV.FF. di Pescara e la società “Attiva” hanno sezionato l’albero e sgomberato la relativa sede stradale.