Empoli – Pescara 2 – 2: gli abruzzesi strappano un punto al “Castellani”

Nel più classico dei testa coda, la capolista Empoli si vede imporre i pareggio casalingo per 2 – 2 dal Pescara, nella gara valida per la terza giornata di ritorno del campionato cadetto. Partita agonisticamente valida, dove le due formazioni si sono date battaglia, anche se i toscani hanno dominato per lunghi tratti il match, peccando, almeno a tratti, abbastanza di presunzioni.

Nella seconda frazione, dopo che il primo parziale si era chiuso sullo 0 – 0, sono proprio gli ospiti ad andare in vantaggio al 49′ con un sinistro di Busellato dal limite dall’area. Al 62′ Ricci raggiunge il pari con un altro tiro da fuori area. Dopo pochi minuti Bajrami, la mette in mezzo per La Mantia che sigla la rete del 2 – 1. Al 78′ un dubbio tocco di mano di Pirrello, permette di ottenere al Pescara un rigore abbastanza generoso. Dal dischetto Machin si fa respingere il tiro, ma poi lo stesso calciatore ribadisce in rete per la rete del 2 – 2. Grande rammarico in casa Empoli, un punto per il Pescara che torna a muovere la classifica, anche se rimane sempre fanalino di coda.

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Pirrello (90′ Cambiaso), Romagnoli, Nikolaou, Parisi; Ricci, Stulac (83′ Damiani ), Haas; Moreo (61′ Bajrami ), Matos (62′ Mancuso), Olivieri (61′ La Mantia )

Allenatore: Dionisi
A disposizione: Pratelli; Terzic, Crociata, Mancuso, Bajrami, Casale, La Mantia, Fiamozzi, Zurkowski, Damiani, Viti, Cambiaso.

PESCARA (3-5-1-1): Fiorillo 6,5; Guth 6, Bocchetti 6,5, Scognamiglio 6; Balzano 6,5 (75′ Bellanova sv), Busellato 6,5 (60′ Omeonga 5,5), Valdifiori 6 (67′ Rigoni 6), Tabanelli, Masciangelo 6 (75′ Nzita); Machin, Ceter (60′ Odgaard )
Allenatore: Breda
A disposizione: Alastra, Radaelli, Fernandes, Bellanova, Omeonga, Nzita, Drudi, Maistro, Galano, Odgaard, Rigoni, Tabanelli, Basit, Vokic.

ARBITRO: Marco Serra di Torino

RETI: 49′ Busellato, 62′ Ricci, 72′ La Mantia, 79′ Machin

AMMONIZIONI: 23′ Matos, 30′ Ceter, 39′ Bocchetti, 57′ Busellato